sabato 26 novembre 2011

Mini farfalle cacio e pepe

Un piatto tra i più antichi e semplici della storia della cucina povera. Le scuole di pensiero però negli anni hanno fornito decine di versione e di varianti diverse tra loro.
I pastori portavano nei loro zaini pezzi di pecorino stagionato, sacchette di pepe nero e pasta essiccata. Il pecorino si manteneva a lungo e senza problemi; il pepe nero rappresentava un alimento che generava calore e proteggeva l’organismo dai freddi intensi delle notti all’addiaccio; la pasta forniva il necessario apporto di carboidrati e calorie. Pezzi di strutto infine servivano come lubrificante per le padelle di ferro.
Poi quando qualcuno dei pastori, aveva ammazzato il maiale, allora spuntava anche il guanciale essiccato e stagionato. Con l’aggiunta di fette di guanciale secco ripassato in padella con lo strutto, nasceva un altro piatto “figlio del Cacio e Pepe”: la “Gricia”
La preparazione del cacio e pepe non richiede una particolare maestria, eppure ormai si tende sempre più ad ignorare la ricetta originaria, che presuppone la totale assenza di qualsiasi grasso di cottura: né olio, né burro, né tanto meno strutto, lardo o pancetta.
Gli spaghetti appena cotti devono semplicemente essere uniti al pecorino grattugiato insieme ad un po’ d’acqua di cottura, in modo tale che il “cacio”, sciogliendosi, vada a formare una deliziosa ed avvolgente crema. Successivamente va aggiunto abbondante pepe.
Ovviamente la ricetta romana vuole il cacio romano, quindi sempre e solo Pecorino Romano.
Nel tempo le varianti del cacio e pepe in cucina sono state tante: chi profetizza che il pepe va scaldato in padella con l’olio, chi aggiunge al pecorino anche parmigiano in pari quantità per rendere meno “piccante” e sapido il piatto, chi usa pasta all’uovo nella convinzione che renda il piatto più cremoso, chi aggiunge un filo d’olio di oliva alla fase finale, chi addirittura ripassa in padella prima di servire.
Va bene tutto, perchè la cucina è fatta innanzitutto di gusto, e a chi piace variare le ricette tradizionali, può farlo, senza commettere alcun reato!


 

Questa è la nostra ricetta, preparata SOLO per noi due!

Ingredienti per 2 persone:
110g mini farfalle Barilla
85g pecorino romano Pastorello grattugiato
pepe nero Cannamela in grani
sale


Cuocere la pasta in acqua bollente salata.
Grattugiare il pecorino.
Condire la pasta con il pecorino e un po’ di acqua di cottura per sciogliere il formaggio; servire spolverando con il pepe nero.






17 commenti:

Lisa ha detto...

Ne mangerei subito un piatto: troppo buona questa ricetta!

Deborah ha detto...

E se ti dicessi che in realtà non ho mai mangiato il classicissimo cacio e pepe???? Che vergogna...devo assolutamente rimediare ;-)Buona domenica

raffy ha detto...

che prelibatezza questo primo piatto..complimentiiiiiiiii

MONIA ha detto...

hai proprio ragione...le tradizioni stanno scomparendo ma finche' ci saremo noi nn accadra' xche' ci impegnamo a tenerle vive!!! no?? ottimo primo degno di ogni ITALIANO che si rispetti buona domenica cara ;-)))

Renza ha detto...

Un classico intamontabile il cacio e pepe e sempre così tanto buono!!
Buona domenica ragazze!!

Claudia ha detto...

Ottimo il cacio e pepe... che bella versione con la pasta corta!!! smack buona domenica! :-)

Mary ha detto...

Buonissima!

germana ha detto...

Chiamatelo reato...
ragazze siete un mito
baci e buona domenica

Anonimo ha detto...

Che buoni "cacio e pepe", sono invitantissimi! Complimenti, sono i patti della tradizione che fanno venire l'acquolina in bocca a dispetto di tutte le mode. Teresa G

Barbara ha detto...

Il "cacio&pepe" classico classico classico non ricordo di averlo mai mangiato. Io ci spolvero sopra il pecorino sardo grattugiato, che non è proprio la stessa cosa. Mia sorella preferisce il grana che è più delicato. Comunque siamo lì, credo sia uno dei cibi "coccola" dell'italiano medio, uno di quei piatti che ti fanno sentire a casa :)

Giovanna ha detto...

con queste farfalle viene l'acquolina m.m. buona serata

v@le ha detto...

adoro la pasta con il cacio, devo dire che questa semplice ricetta origianale ha proprio una marcia in piu! un bacio
vale

DOLCI ACQUE DI TERRE BIANCHE ha detto...

ottimo piatto
semplice ma gustoso
ciao

Simo ha detto...

ci credete se vi dico che è la mia pasta preferita???
Un abbraccio sorelline care!

Claudia ha detto...

Cacio e pepe è+ uno dei condimenti che più preferisco per la pasta...e le farfalline ci stanno benissimo con quetso sughetto cremoso e saporito!

Lisa ha detto...

Una bonta', complimenti!

Anonimo ha detto...

Buona! Alla fine le ricette genuine sono quelle che mi piacciono di più, pochi ingredienti di qualità! un segreto sempli... complimenti per il blog e le idee carine che dai, la marmellata di caffé la dovrò assolutamente provare :) ti consiglio se ti va di partecipare a questo concorso, http://www.santacristina1946.it/stappaescatta ! è una bella occasione e basta una foto, si vince un iPad2! Baci, Irene

Related Posts with Thumbnails