martedì 16 dicembre 2014

Ciotoline con crema di cavolo viola aromatizzata alla senape con cips di mela e semi di girasole

La prima cosa che colpisce di questo piatto è il colore: un viola acceso ed inteso per un gusto altrettanto ricco e ricercato.
Il cavolo è una verdura dolce che abbiamo insaporito con la senape e l'aceto balsamico, ottenendo un gusto più pieno ed aromatico. 
Come arricchire questa crema? Ci siamo fatte incuriosire dall'accostamento con un frutto sempre di stagione, ma preparato in modo sfizioso.
Delle ciotoline intriganti, adatte a chi osa sperimentare nuovi ...colori e sapori avvolgenti.


Ingredienti per 2 persone: 
600g cavolo cappuccio viola
60g patata dolce
1 cucc.no senape
1 cucc. crusca di grano
40g mela pink lady
1 cucc. semi di girasole
timo
aceto balsamico
1 cucc. olio evo
1 cucc gomasio
pepe bianco

Mondare e lessare il cavolo in pentola a pressione per circa 5 minuti dal fischio. Scolarlo e versarlo in una pentola, unire la patata dolce (già lessata) e condire con olio, senape, aceto, gomasio e timo.
Bagnare con un po' di acqua di cottura del cavolo e cuocere per circa 10 minuti. Aggiungere la crusca ed insaporire con il pepe.
Quando le verdure cominciano ad ammorbidirsi frullare il composto a purea, utilizzando il frullatore ad immersione.
Rimettere sul fuoco finché la crema non si asciuga e diventa morbida.
Affettare la mela a fettine sottili e cuocerla in una pirofila in microonde per circa 3 minuti a 700W, poi rigirare le fettine, unire i semi e scaldare per altri 2 minuti. Lasciare le cips riposare in microonde spento, così diventeranno croccanti.
Servire la crema di cavolo nelle ciotoline e distribuire poi su ogni piatto le cips di mela con i semi.




sabato 13 dicembre 2014

Polipo con pomodorini piccanti alle erbe, profumati alla vaniglia

Un'insalata di polipo profumata alla vaniglia, ma dall'inaspettato sapore erborinato e piccante.
Il segreto di questo piatto stà proprio nel condimento: finti pomodorini confit "addolciti" con l'aroma alla vaniglia, cui abbiamo dato una nota fresca con una salsa alle erbe e la giusta dose di peperoncino.
Questo accostamento di sapori ci ha piacevolmente sorpreso: un insieme di ingredienti che ha dato vita ad una ricetta capace di coinvolgere tutti i sensi.


Ingredienti per 2 persone:
350g polipo intero
4 pomodorini pachino
3 cucch salsa verde alle erbe
2 pomodori secchi sott'olio
1 peperoncino
1 fialetta aroma alla vaniglia
liquore brandy
1/6 cipolla rossa 
1 spicchio aglio
scorzette di limone
sale alle erbe aromatiche di montagna
olio evo

Mondare l'aglio e soffriggerlo con l'olio nella pentola a pressione Domina Vitamin Lagostina,  unire il polipo e bagnare con il liquore e un'ecodose di acqua; insaporire con il sale e le scorzette di limone. Selezionare la modalità pressione 2 (per carne e pesce) e lasciar cuocere per circa 20 minuti dal fischio della pentola.
Preparare il condimento: affettare la cipolla e soffriggerla in una padella con olio, unire i pomodorini a pezzetti, i pomodori secchi sminuzzati ed il peperoncino tagliato finemente. Bagnare con un pò di acqua e farli appassire. Insaporire quindi con la fialetta di aroma alla vaniglia e, a fuoco spento aggiungere la salsa verde, mescolando bene.
Aiutandosi con una pinza, togliere il polipo dalla pentola a pressione, tagliarlo a pezzetti e unirlo nella padella con il condimento.
Riaccendere il fuoco e mescolare bene per amalgamare gli ingredienti; servire molto caldo.

martedì 9 dicembre 2014

Crostatine ai broccoli piccanti su crema di mozzarella

Dopo tante creme e vellutate, proponiamo delle sfiziose tartellette.
All’apparenza semplici tartellette ai broccoli, ma con due sorprese: alla base una delicata e fresca crema di mozzarella e, al momento di servire, l’aggiunta di una dolce e agrumata mostarda di pomodori al profumo di vaniglia e limone, preparata in casa la scorsa estate.
Questo binomio di sapori si è combinato con la leggerezza del broccolo, condito solamente con pepe e peperoncino.
Comincia il conto alla rovescia per le prossime feste...le nostre crostatine potrebbero essere un ottimo spunto per i pranzi e le cene che ci aspettano.


Ingredienti per 3 tartellette:
230g pasta briseè
500g broccolo
125g mozzarella vaccina
1 cucch yogurt bianco magro
10g mandorle a lamelle
pane grattugiato
olio evo
peperoncino
pepe nero
mostarda ai pomodori al profumo di vaniglia e limone per servire

Mondare il broccolo e lessarlo nella pentola a pressione per circa 5 minuti dal fischio. Tagliarlo a pezzetti e condirlo con il pepe e peperoncino.
Far colorare le mandorle scaldandole alcuni minuti nel forno a microonde, senza condimenti. Unire la frutta secca alle verdure.
Spezzettare la mozzarella e frullarla con lo yogurt, insaporendo con il pepe nero.
Stendere la pasta briseè e ricavarne tre tartellette, oliarne il fondo e spolverare con un po’ di pane grattugiato.
Farcire le crostatine mettendo sul fondo la crema di mozzarella e coprire poi con il broccolo.
Cuocere in forno a 180°, con funzione statica, per circa 40 minuti.
Servire le tartellette con un cucchiaino di mostarda ai pomodori.

venerdì 5 dicembre 2014

Risotto alla zucca con gamberi panati allo zenzero e invito a GolosItalia 2015

Le aggiunte al classico risotto con la zucca ormai si sprecano: che chi utilizza il saporito speck, chi preferisce addolcirlo con la salsiccia (o il cotechino visto che siamo ormai a Natale), chi azzarda con gli amaretti e chi, come noi, sceglie ingredienti più delicati.
Non semplici gamberetti però, abbiamo voluto dargli "valore aggiunto" ed originalità incroccantendoli in padella con un po' di farina e delle spezie orientali, quali zenzero e sabji masala.
Una preparazione chi ci ha permesso di ottenere anche un contrasto di consistenze, tra il morbido del risotto ed i gamberi panati.
Questo piatto è la nostra proposta semplice e particolare per un accostamento di sapori e ingredienti sicuramente da molti già sperimentato.

VINO CONSIGLIATO: Chardonnay (vino dal colore giallo paglierini chiaro, profumo fruttato, sapore fresco ed aromatico)


Ingredienti per 2 persone:
130g riso vialone nano
145g zucca mantovana
200g gamberetti
1 spicchio cipolla rossa
1 cucch.no sabji masala
zenzero in polvere
noce moscata
prezzemolo 
1 cucch farina di farro e grano saraceno
1 cucch farina di mais
olio evo
1 dado vegetale
parmigiano grattugiato per mantecare

Lessare la zucca nella pentola a pressione, con il cestello, per circa 5 minuti dal fischio.
Affettare la cipolla e soffriggerla in padella con l'olio, unire la zucca e schiacciarla con una forchetta fino a renderla purea.
Tostare il riso con la zucca e bagnare pian piano con l'acqua (preferibilmente quella utilizzata per lessare la zucca); insaporire con la noce moscata, profumare con il prezzemolo e potare a cottura.
Nel frattempo, passare i gamberetti nel mix di farine, zenzero e sabji masala; farli poi colorare in un padellino con un po' d'olio. Quando saranno cotti e dorati tenerli da parte.
Mantecare il risotto con il parmigiano, senza farlo asciugare troppo, e servire disponendo poi sui piatti i gamberetti panati.




Si terrà dal 21 al 24 febbraio, nell'imminenza dell'apertura di EXPO 2015, l'evento fieristico bresciano finalizzato ad essere vetrina ottimale per la valorizzazione delle eccellenze del nostro territorio e dell’appeal dell’Italian Food nella sua espressione più alta.
L'edizione 2015 di GolosItalia nasce dall’incontro di Golositalia e Aliment, per aggregare ben 450 espositori ed una platea di 60.000 visitatori; entrambe sono fiere a rilevanza nazionale ed internazionale, che nel tempo sono state in grado di coniugare eccellenze dell’agroalimentare e dell’enogastronomia italiana, know how del settore delle attrezzature professionali e dei servizi del settore Ho.Re.Ca. e turistico alberghiero.
La manifestazione sarà suddivisa in 6 aree tematiche (food, wine, beer, bio-vegan-gluten free, professional technology & restaurant), inoltre i quattro giorni conteranno oltre 70 eventi finalizzati a coinvolgere sia il pubblico generico che gli operatori del settore.
Per ulteriori dettagli potete visitare il sito della manifestazione.

lunedì 1 dicembre 2014

Minestra di riso e zucchine con un tocco di piccante

Aggiungiamo un’altra idea al tag “zuppe e vellutate”: la minestra di riso e zucchine.
Un primo piatto delicato e morbido, a base di una verdura che ormai non ha più stagione, sapientemente aromatizzato ed insaporito con giusto due acciughine al peperoncino, che hanno dato quel retrogusto piccantino e reso quindi meno scontata la minestra.
Riso anziché pasta, sia perché ricco di amido che aiuta ad addensare questi piatti, ma anche alla ricerca di una ricetta più leggera e digeribile.
Una preparazione che ci è piaciuta anche per la velocità e semplicità nella preparazione, e peril suo gusto morbido e avvolgente.


Ingredienti per 2 persone:
30g riso vialone nano
2 zucchine (600g circa)
¼ cipolla rossa
1 cimetta cavolfiore già lessato
20g patata dolce precotta.
2 acciughe in olio al peperoncino
2 noci
1 cucch crema di peperoni
1 cucch crusca di grano
¾ dado vegetale

Mondare le zucchine e tagliarle a cubetti; affettare finemente la cipolla e versarla in una pentola assieme alle zucchine. Coprire con acqua e cominciare a cuocere.
Quando le zucchine cominciano ad ammorbidirsi, insaporire con il dado, il coriandolo e le erbe aromatiche; proseguire la cottura unendo la crema di peperoni, il cavolfiore e la patata, quindi bagnare ancora con acqua.
A cottura quasi ultimata, insaporire con le acciughe e la crusca di grano.
Togliere dal fuoco e frullare la minestra con un frullatore ad immersione, evitando di ridurre completamente tutto a purea.
Rimettere sul fuoco, portare la zuppa a bollore, quindi versare il riso e cuocere per circa 15 minuti, aggiungendo altra acqua se si dovesse asciugare troppo.
Servire la minestra di riso distribuendo su ogni piatti i gherigli di noce sminuzzati ed una leggera spolverata di parmigiano grattugiato a scagliette sottili.

giovedì 27 novembre 2014

Una vellutata di funghi tipicamente autunnale

Di ritorno a casa dopo una giornata a dir poco frenetica, questa crema si è rivelata la nostra ricompensa perfetta.
Una ricetta veloce che racchiude tutto lo spirito dell’autunno nel suo gusto avvolgente e delicato.
Abbiamo riscoperto i funghi pleurotus: semplicemente spadellati non ci avevano fin’ora detto molto; in questa preparazione invece, ci hanno permesso di ottenere la consistenza ideale per una morbida crema ed il piacere di un confort food che solo le vellutate riescono a trasmettere.


Ingredienti per 2 persone:
500g funghi pleurotus
1 spicchio d’aglio
1 spicchio cipolla bianca
100ml brodo di manzo
1 cucch. crusca di grano
1 cucc.no green thyane
3 acciughe in olio al peperoncino
formaggio parmigiano
olio evo
latte di soia
gomasio
pepe bianco

Affettare la cipolla, mondare l’aglio e tagliarlo a pezzetti; soffriggerli in una casseruola con l’olio fino a farli colorare.
Pulire i funghi e versarli nella casseruola, bagnare con il brodo e portare a cottura. Insaporire con gomasio, pepe e green thyane. Unire poi la crusca e le acciughe.
Quando i funghi saranno cotti, frullarli con il mixer ad immersione fino ad ottenere una crema densa; allungare con un po’ di latte e rimettere sul fuoco ancora per qualche minuto.
Servire la crema con scaglie sottilissime di parmigiano. 

venerdì 21 novembre 2014

Gnocchetti di ricotta e castagne conditi con radicchio di Chioggia e briciole di cotechino

I negozi si stanno preparando per le festività natalizie e noi ci adeguiamo iniziando a pensare a quali piatti preparare.
Protagonisti saranno sicuramente gli ingredienti immancabili delle feste, ma anche quelli tipici del  nostro territorio e soprattutto i prodotti stagionali: gli gnocchi beneaugurali, il cotechino di Natale, le castagne ed il radicchio.
In questa ricetta proponiamo semplici e delicati gnocchetti di ricotta, più leggeri dei classici di patate, aromatizzati con un po’ di farina di castagne e profumati alla cannella.
Per condire, nostrano radicchio (preferibilmente quello tondo di Chioggia (VE), perché meno amaro del fratello lungo di Treviso (PD)) e del gustoso cotechino.
Un piatto bilanciato nel gusto e ricco di sapore, proprio grazie alla semplicità degli ingredienti che lo compongono. Insomma un buon inizio per il pranzo di Natale.

VINO CONSIGLIATO: Merlot "Grave" del Friuli (vino dal colore rosso rubino con riflessi violacei; profumo intenso, gradevole ed equilibrato che ricorda quello del mirtillo e del lampone; sapore asciutto e ben strutturato)


Ingredienti per 2 persone:
Per gli gnocchetti:
40g farina di castagne
250g ricotta vaccina
cannella
sale
Per il condimento:
1 cespo radicchio di Chioggia (VE) – 350g circa
210g cotechino precotto
¼ cipolla bianca
7g burro aromatico alle erbe
1 cucch.no miele millefiori
1 cucc.no gomasio
semi di finocchio
salvia
cannella

Mondare e affettare il radicchio.
Affettare la cipolla e ciocerla in padella con il burro; unire il radicchio e iniziare a cuocere bagnando con acqua.
Cuocere il cotechino nel suo involucro, ponendolo in una pentola con acqua bollente per circa 20 minuti. Toglierlo dalla confezione, scolarlo dal liquido e tagliarlo a pezzetti, quindi unirlo nella padella con il radicchio.
Insaporire con salvia, cannella e gomasio; addolcire con il miele ed unire, per ultimi, i semi di finocchio.
Nel frattempo preparare gli gnocchetti: setacciare le farine, unire la ricotta ed insaporire con sale e cannella. Impastare a formare un composto leggermente umido ma lavorabile, tirare dei cordoncini e ricavare gli gnocchetti (lunghezza circa 1 cm).
Cuocere gli gnocchetti in acqua bollente salata, man mano che vengono a galla trasferirli nella padella con il radicchio (evitare di scolarli per mantenere la morbidezza dell’acqua di cottura).

Mescolare bene, aggiungere il parmigiano e servire.

sabato 15 novembre 2014

Fettine di lonza e cavolini di bruxelles alla birra e castagne

Ancora cavoli, ma questa volta...."europei"!
Il sapore tutto autunnale delle castagne e quello più saporito delle acciughe si sono combinati per aromatizzare delle semplici fettine di lonza.
Per realizzare un piatto unico abbiamo unito i cavolini di bruxelles, lasciandoli insaporire con la birra nel fondo di cottura della carne.
Un tocco di originalità l'ha dato la paprika: con quel suo piacevole sapore piccantino, inaspettatamente, si è sposata davvero bene con gli altri ingredienti.


Ingredienti per 2 persone:
230g lonza di suino a fette
350g cavolini di bruxelles
2 spicchi d'aglio
5 castagne lesse
4 acciughe in olio al peperoncino
330 ml birra chiara
olio evo
salsa di soia
sale affumicato

Mondare e lessare i cavolini, con il cestello, nella pentola a pressione Domina Vitamin Lagostina per circa 5 minuti, posizionando la valvola in modalità pressione 1 (per verdure e alimenti delicati).
Soffriggere l'aglio a pezzetti in una casseruola con l'olio, unire le fettine di carne ed insaporire con paprica e sale. Versare un po' di birra e cominciare a cuocere rigirando la carne perchè prenda sapore da entrambi i lati. 
Unire poi le acciughe sminuzzate e la salsa di soia e, per ultimi, i cavolini e le castagne. Continuare a cuocere bagnando con la birra.
Servire le fettine di lonza con i cavolini e del pane nero di segale a fette.







Related Posts with Thumbnails