domenica 26 ottobre 2014

Lasagne ai funghi e crema al tartufo

Funghi, funghi e ancora funghi! La verdura per antonomasia dell'autunno non poteva che essere protagonista del primo piatto domenicale.
Per una volta abbiamo privilegiato la semplicità della ricetta, limitandoci all'utilizzo di un formaggio morbido aromatizzato al tartufo. Un'aggiunta di sapore delicata che ha esaltato quello dei funghi, senza risultare eccessiva. Insomma, quel retrogusto che rimane....
Un suggerimento di gusto potrebbe essere l'aggiunta nella farcia di croccanti noci da mescolare con i funghi.

VINO CONSIGLIATO Schioppettino (vino friulano dal colore rosso rubino intenso con riflessi violacei, profumato, molto speziato ricorda la cannella,la mora selvatica)


Ingredienti per 5 persone:
7 sfoglie per lasagne all'uovo (circa 145g)
600g funghi trifolati affettati
100g formaggio spalmabile al tartufo
2 spicchi aglio
4 foglie salvia fresca
liquore Marsala
formaggio parmigiano grattugiato
olio evo
sale, pepe bianco
Per la besciamella:
500ml latte
40g farina 00
35g margarina
noce moscata
sale


Mondare l'aglio e cuocerlo nel tegame in coccio con olio evo; unire i funghi e portare a cottura bagnando con il liquore ed un pò di acqua. Profumare le verdure con le foglie di salvia sminuzzate, quindi insaporire con il coriandolo, sale e pepe.
Sciogliere la margarina in un pentolino, unire la farina e, piano piano, il latte sempre mescolando con una frusta per evitare la formazione di grumi. Insaporire con sale e noce moscata, tenendo sul fuoco, continuando a mescolare, finché non si addensa (noi cerchiamo di mantenerla un pò liquida).
Distribuire uno strato di besciamella in una pirofila, quindi fare un primo strato con le sfoglie di pasta, metà dei funghi e metà del formaggio spalmabile al tartufo; coprire con la besciamella.
Fare un secondo strato di pasta, funghi e formaggi. Terminare con le sfoglie di pasta rimaste e la besciamella.
Cuocere le lasagne in forno, preriscaldato a 180° con funzione ventilato, per circa 20 minuti, coperte con un foglio di alluminio. Spolverare le lasagne con il formaggio parmigiano e rimettere in forno, senza alluminio, per altri 10 minuti a 200°, finché non si colorano in superficie.


venerdì 17 ottobre 2014

Dalle seppie in zimino alle seppie con pomodorini dolci e spinaci

Ispirandoci alla ricetta delle seppie in zimino, abbiamo ideato questo piatto unico dai sapori quasi dolci. Agli ingredienti principali della ricetta tradizionale, abbiamo infatti aggiunto dolci pomodorini e saporite acciughe.
Le seppie, freschissime, sono state preparate in pentola a pressione, per renderle morbide, e aromatizzate con le foglie di limone. Spinaci e pomodori sono stati cotti separatamente per tenere leggeri i primi e addolcire i secondi, senza mescolarli, se non in fase finale.
Una ricetta in cui si realizza il giusto bilanciamento tra i sapori di mare e terra, la leggerezza di pochi e semplici ingredienti ed un tocco tutto nostrano di sapore con piccole aggiunte.

VINO CONSIGLIATO: Chardonnay (vino dal colore giallo paglierino chiaro, profumo fruttato, sapore fresco ed aromatico)



Ingredienti per 5 persone:
1100g seppioline fresche
500g pomodorini
2,5kg spinaci in foglia freschi
5-6 acciughe in olio di semi di girasole
1 cucch mostarda di mele cotogne
2 cucch.ni zucchero
1/3 cipolla rossa
foglie di limone
bottarga di muggine
origano
salsa di soia
olio evo
olio aromatizzato ai pomodori secchi
vino bianco
sale

Affettare la cipolla e soffriggerla nella pentola a pressione Lagostina con l'olio evo, unire quindi il preparato per soffritto e bagnare con un pò di acqua.
Pulire le seppie e metterle nella pentola a pressione; aggiungere le foglie di limone, il dado e bagnare con vino bianco (2 ecodosi) e salsa di soia. Chiudere la pentola, posizionare la valvola su modalità Pressione 2 e cucocere per circa 15-20 minuti dal fischio.
Nel frattempo lessare le foglie di spinaci in pentola a pressione, coperte d'acqua, per circa 5 minuti dal fischio; scolarle e strizzarle bene.
Tagliare i pomodorini in parti e cuocerli in una padella con un filo d'olio aromatizzato ai pomodori secchi, insaporendo con zucchero, origano e sale. Unire nella padella le foglie di spinaci, le acciughe ed addolcire con la mostarda.
Aggiungere le seppioline nella padella con le verdure, dare sapore con la bottarga ed amalgamare bene. 
Servire il pesce sul letto di pomodorini e spinaci, accompagnando con polenta bianca a fette.

martedì 14 ottobre 2014

Fondi di carciofo gratinati al pane multicereali e formaggio Pecorino di Fossa

Prima di iniziare la stagione dei cavoli, siamo alle prese con i carciofi. 
I fondi, acquistati freschi al mercato, si prestano per numerose ricette grazie alla loro leggerezza e semplicità nella preparazione.
I carciofi rappresentano una vera e propria miniera d'oro per le moltissime proprietà benefiche: oltre ad avere pochissime calorie, sono fonte di fibre, calcio, fosforo, magnesio, ferro e potassio.
Sono dotati di proprietà regolatrici dell’appetito e sono consigliati per risolvere problemi di ipertensione e colesterolo. Inoltre, per la quantità di fibre presenti, sono una verdura consigliata nelle diete dimagranti in quanto riducono l'accumolo di grasso nell'intestino ed hanno una efficacia lassativa.
Per esaltarne il sapore abbiamo voluto preparare una aromatica gratinatura a base di pane multicereali (visto che ci siamo, esageriamo con le virtù benefiche) e saporito formaggio Pecorino di Fossa.
Una ricetta che mantiene la leggerezza della verdura, in quanto priva di condimenti, senza tuttavia perdere nel gusto.
 


Ingredienti per 4 persone:
10 fondi di carciofo
40g formaggio Pecorino di Fossa
60g pane multicereali a fette
acciughe in olio ai semi di girasole
salsa di soia

Cuocere i fondi di carciofo in una padella con il loro liquido di conservazione per circa 30 minuti; insaporire con la salsa di soia e, una volta pronti, unire le acciughe.
Sminuzzare il pane ai cereali e mescolarlo con il formaggio grattugiato.
Trasferire i fondi di carciofo in una pirofila (bagnando con un pò del liquido di cottura), coprirli con il trito di pane e formaggio, quindi cuocere in forno a microonde per circa 8-10 minuti.

mercoledì 8 ottobre 2014

Cannelloni al pesto di ortiche e patate

Dopo chicche e risotto, ancora un altro primo piatto a base di ortiche.
Non i classici cannoli genovesi con patate, fagiolini e pesto di basilico, ma una rivisitazione meno ricca e altrettanto gustosa.
Un pesto fresco, profumatissimo e decisamente di carattere, che ben è stato assorbito dalle nostre patate. 
Un piatto di cannelloni molto morbidi e cremosi, decisamente originali da realizzare.


Ingredienti per 5 persone:
190g sfoglie sottili di pasta all'uovo per lasagne
500ml besciamella
400g patate gialle
2 cucch. pinoli
sale

Lessare le patate e tagliarle a cubetti; mescolarle con 3-4 cucchiai di pesto di ortiche, i pinoli tostati, 2 cucchiai di besciamella ed un pizzico di sale (il nostro pesto è già salato).
Tagliare le sfoglie di pasta in rettangoli, farcirli con il composto di patate e pesto, quindi arrotolarli.
In una pirofila distribuire uno strato sottile di besciamella, poi disporre i cannoli e cuocere in forno a microonde con funzione combinata per circa 10 minuti.
Mescolare la restante besciamella con il pesto di ortiche e coprirvi i cannoli; cuocere nuovamente in forno a microonde, con funzione combinata, per altri 10 minuti circa.
Servire i cannoli con parmigiano grattugiato.



domenica 5 ottobre 2014

Quiche con catalogna e pomodori secchi su base di pancarrè

Una torta salata d'autunno realizzata utilizzando una verdura dalle proprietà particolarmente benefiche, e che si caratterizza per il suo sapore tendente all'amaro, racchiusa in una base di pane per tramezzini, più semplice e, nel nostro caso, artisticamente disposto per premiare la grafica della presentazione.
Per addolcire la nostra catalogna abbiamo combinato la mostarda nostrana con una marmellata agrumata, amalgamandovi poi pomodori secchi e arachidi con delicata panna acida, Anche la base non è stata pensata a caso: il pane per tramezzini infatti ha un sapore, secondo noi, più dolce e morbido rispetto a qualsiasi altra base salata.
L'insieme degli ingredienti ci ha regalato una torta in cui consistenze e gusti si sono ben amalgamati dando vita ad una ricetta originale, dal sapore assolutamente non scontato e che fà bene in tutti i sensi.

VINO CONSIGLIATO: Chardonnay (vino dal colore giallo paglierino, profumo fruttato, sapore fresco ed aromatico).


Ingredienti per teglia 19cm diametro:
250g pane per tramezzini
2 cespi di catalogna
8-10 pomodori secchi sott'olio
arachidi salate tostate
180g panna acida
1 cucch mostarda di mele cotogne
1 cucch marmellata di arance
1/2 cipolla rossa
vino bianco
olio evo
sale

Affettare la cipolla e soffriggerla in pentola con olio. Mondare la catalogna e unirla nella pentola, quindi portare a cottura bagnando con acqua ed insaporendo con il sale.
Una volta raffreddata, unire alla catalogna i pomodori secchi spezzettati e le arachidi; addolcire con la mostarda e la marmellata, quindi ammorbidire il tutto con la panna acida.
Foderare la teglia del piatto crisp con carta da forno; ricavare dal pane per tramezzini delle rondelle e creare il bordo della torta, utilizzare poi il pane rimasto per coprire il forno della tortiera, bagnando con il vino bianco per unire i diversi pezzi.
Farcire la torta con il composto di verdure e cuocere in fono a microonde, con funzione crisp, per circa 40 minuti, fino a doratura.



Finalmente anche noi l'abbiamo conosciuta. Grazie all'incontro organizzato da Molino Rossetto, nella splendida cornice di un rustico casolare in mezzo alla campagna, Csaba dalla Zorza ci ha presentato il suo nuovo libro, raccontandoci com'è nato.


Csaba ci ha descritto la sua idea di casa e di cucina, le sua influenze familiari e ci ha dato molti utili consigli per preparare la nostra tavola: non solo cucina, ma anche luce, piatti e posate, decorazioni...il tutto in linea con la stagione, i suoi frutti e le pietanze che ne conseguono.
Una persona cordiale e genuina, elegante e disponibile. Ci ha letteralmente conquistato per la sua semplicità e la tranquillità che trasmette a chi le sta intorno.

giovedì 2 ottobre 2014

Zuppa in giallo ai cinque cereali con zucca, patate e cannellini

L'autunno è definitivamente iniziato e noi ci siamo fatte tentare da questa ricetta copiata da Taste & more di settembre 2014.
Siamo due amanti di zuppe e minestre, preparazioni che infatti non mancano mai nella nostra cucina; la ricetta che postiamo è composta da ingredienti semplici e cosiddetti "confort": le intramontabili patate, che in queste preparazioni aggiungono consistenza, la prima zucca della stagione, ed i legumi, perfetti alleati, assieme ai cereali, per la salute dell'intestino.
Rispetto alla ricetta della rivista le nostre varianti sono stati: il mix dei cereali anziché il riso integrale, il cipollotto al posto del porro e l'omissione della pancetta...per un piatto più vegetariano e leggero.
Un piatto unico veloce da preparare, dai gusti morbidi di ingredienti diversi, bilanciati tra loro sia nei sapori sia nelle consistenze. 


Ingredienti per 5 persone: 
250g cinque cereali (farro, riso, grano, avena e kamut)
200g zucca mantovana
300g patata gialla
200g fagioli cannellini precotti
1 cipollotto
1 dado vegetale
4 foglie salvia
1 bustina zafferano
400ml brodo di manzo
1,4 lt acqua
olio evo
sale

Mondare e lessare separatamente zucca e patate.
Mondare il cipollotto, tagliarlo a rondelle e soffriggerlo in pentola con olio, assieme alla patata a tocchetti e 60g di fagioli cannellini. Unire 600ml acqua e cuocere per circa 10 minuti.
Utilizzando il frullatore ad immersione, frullare le verdure fino ad ottenere una crema. 
Versare nella pentola il brodo, 800ml di acqua e rimettere sul fuoco; aggiungere i cereali, i fagioli rimanenti ed insaporire con la salvia sminuzzata ed il dado.
Proseguire la cottura aggiustando di sale per altri 15 minuti. Quasi al termine, incorporare la zucca, schiacciata con una forchetta, e lo zafferano.
Servire la zuppa cospargendo, a piacere, con parmigiano grattugiato.

La data si avvicina...dal 1/11 al 4/11/2014 torna in Fiera e Vicenza il Salone dell'Enogastronomia italiana: COSMOFOOD.
Giunto alla II edizione, quest'anno conterà circa 300 espositori appartenenti al mercato enogastronomico veneto ed italiano.


Durante i quattro giorni della manifestazione si potranno conosce e acquistare le migliori produzioni di salumi, vino, formaggi, olio, dolci e molto altro. Molti sono inoltre gli eventi in programma: corsi di degustazione e di cucina, seminari e altre dimostrazioni. 
Rispetto alla passata edizione, si aggiungono all'area food, ristorazione e bio-vegan-gluten free, tre grandi novità: Cosmowine, Cosmobeer e Cosmotech.
Se abbiamo stuzzicato la vostra curiosità, non vi resta che andare a visitare COSMOFOOD presso il Padiglione 7 - Fiera di Vicenza dal 1/11 al 4/11/2014.





domenica 28 settembre 2014

Focaccia ai mirtilli e crema al whisky

Un dolce semplice e autunnale, sia per i colori sia per la consistenza. Abbiamo ormai abbandonato le cheese cake estive, per coccolarci con il calore del forno acceso ed i sapori più confort della stagione.
Un impasto leggero arricchito da freschi mirtilli e golosa crema al whisky. 
Nonostante le molte versioni di tortine ai mirtilli, trovate nei ricettari informatici e non, prevedessero l'aggiunta di yogurt nell'impasto, abbiamo voluto provarla senza questo ingrediente. Il risultato è stato altrettanto soffice e dalla consistenza bagnaticcia che ci si aspetta per questo tipo di preparazioni.


Ingredienti per una teglia di 19 cm:
200g farina W170 Garofalo + per lo stampo
270g mirtilli
1/3 bicch. crema al whisky
2 cucch. miele d'acacia
2 uova
16g lievito vanigliato
olio evo
margarina per lo stampo
latte

Setacciare la farina con il lievito, unire il miele, l'olio ed i due tuorli d'uovo; iniziare a mescolare ed incorporare il liquore e latte q.b. per ammorbidire, Per ultimi aggiungere prima gli albumi montati a neve e, una volta amalgamati, 70g di mirtilli.
Spalmare una pirofila con la margarina ed un po' di farina, versare il composto e cuocere in forno, preriscaldato a 180° con funzione ventilata, per circa 20 minuti. 
Togliere la torta dal forno e mettere in superficie i mirtilli rimanenti, facendo un po' di pressione perché entrino nell'impasto. Cuocere per altri 5-10 minuti e tenere in forno fino al momento di servire.






domenica 21 settembre 2014

Fior di Menta

Non il classico budino, ma un dessert fresco e goloso, oltre che davvero originale. 
Questo preparato per budino alla menta della San Martino è un'ottima soluzione per servire un fine pasto semplice e, perché no, leggero, presentando qualcosa di decisamente insolito.
La freschezza della menta ben si accosta alla golosità del cioccolato, per un dolce che accontenta davvero tutti.
Il preparato è per 4 persone, noi però lo abbiamo adattato a 3 porzioni.


Ingredienti per 3 dessert:
1 confezione preparato Fior di Menta San Martino
400ml latte freddo
3 mandorle bianche 

Versare il preparato della busta bianca in un pentolino, aggiungere poco alla volta il latte, mescolando bene con una frusta per evitare la formazione di grumi. Lasciar bollire per almeno 3 minuti, finché la crema non si addensa, sempre mescolando. Quando è quasi pronta incorporare le mandorle tritate.
Versare la crema in 3 stampini, precedentemente inumiditi con acqua, da lasciar in freezer per circa 2 ore (non devono congelare).
Sciogliere metà della busta piccola contenente il cacao con alcuni cucchiai di latte freddo, mescolando energicamente fino ad ottenere una crema liscia.
Togliere il dessert dal freezer, sformarlo e servire con la salsa al cioccolato.

Related Posts with Thumbnails